Dopo l’anteprima del Salone del libro 2022,  con  la partecipazione della filosofa brasiliana Djamila Ribeiro, entra nel vivo il progetto Decolonizzare il sapere. Pratiche di femminismo antirazzista. Una serie di contenuti social, approfondimenti e workshop che si terranno su tutto il territorio italiano, organizzati da Capovolte, con il sostegno di Fondazione Finanza Etica grazie all’erogazione liberale di Etica Sgr, nell’ambito del bando “Che impresa per le donne”.

Ecco una piccola guida, alla scoperta del progetto

 

CONTENUTI SOCIAL
A partire da mercoledì 19 ottobre, un post a settimana sui canali Facebook e Instagram di Capovolte per approfondire tematiche quali antirazzismo, femminismo decoloniale, intersezionalità, a partire dal catalogo di Capovolte, ma con un forte legame all’attualità. Un percorso a cura di Marie Moïse.

Seguite Capovolte su Facebook e Instagram

 

NEWSLETTER
Da ottobre parte la nuova newsletter mensile di Capovolte, volta a divenire vero e proprio canale di divulgazione, rete e approfondimento. Inviaci una mail a edizioni@capovolte.it per iscriverti alla newsletter mensile e ricevere contenuti esclusivi legati al progetto, nonché tutti gli aggiornamenti sulle attività della casa editrice.

 

WORKSHOP
Memorie da sottopelle. Laboratorio di coreo/grafie decoloniali è il titolo del workshop proposto da Marie Moïse e Mackda Ghebremariam Tesfau’ nell’ambito del progetto. Una pratica collettiva di rielaborazione teorica e performativa dell’esperienza incarnata dei rapporti di dominio e della loro colonialità.

  • Primo appuntamento a Roma, alla Casa delle Donne Lucha y Siesta, sabato 12 novembre alle ore 10.30. Il workshop è interamente gratuito e dura 3 ore circa. Per prenotare il vostro posto, scrivete a biblys.luchaysiesta@gmail.com
  • Secondo appuntamento a Torino, alla Biblioteca del Centro Interculturale della Città di Torino, venerdì 16 dicembre alle ore 17. Il workshop è interamente gratuito

Seguiranno workshop a Torino (mese di dicembre 2022) e poi

Nel 2023 appuntamenti a Bolzano, Caserta, Padova, Firenze. A breve tutti i dettagli.